Tipologie di procedimento

Passaporto mortuario/autorizzazione trasporto salme all'estero.

Responsabile di procedimento: Salacchi Daniela, Mosci Roberto, Tanzi Stefania
Responsabile di provvedimento: Salacchi Daniela, Mosci Roberto, Tanzi Stefania

Uffici responsabili

Servizio Stato Civile

Descrizione

I trasporti di salme per uno degli Stati aderenti alla convenzione internazionale di Berlino del 10 febbraio 1937, approvata e resa esecutiva in Italia con Regio Decreto 10 luglio 1937, n. 1379, sono soggetti all'osservanza delle prescrizioni sanitarie previste dalla suddetta convenzione. I Paesi aderenti alla convenzione di Berlino sono:

Austria - Belgio - Repubblica Ceca - Congo (Rep. De.) - Egitto - Francia - Germania - Messico - Portogallo - Romania - Slovacchia - Svizzera - Turchia.

Il passaporto mortuario è rilasciato dall'Ufficiale di  Stato Civile del Comune ove si trova la salma.

Per il rilascio del passaporto mortuario (ai sensi della convenzione di Berlino) occorre presentare la seguente documentazione:

- domanda di rilascio del passaporto - in bollo da € 16,00 - indirizzata al Sindaco del Comune di Città di Castello (Ufficio di Stato Civile) - sottoscritta dai familiari del defunto o da un incaricato dell'impresa funebre;

- n. 1 marca da bollo da apporre - da parte dell'Ufficiale di Stato Civile - sul passaporto mortuario;

- certificato dell'Azienda ASL attestante che sono state osservate le disposizioni di cui agli artt. 30 e 32 del D.P.R. n. 285/1990 e, in caso di morti di malattie infettive diffusive anche quanto previsto dagli artt. 18 e 25 del D.P.R. n. 285/1990;

- estratto dell'atto di morte ed autorizzazione alla sepoltura (che vengono rilasciati dall'Ufficiale di Stato Civile stesso).

 

Per l'estradizione dall'Italia di salme dirette verso Stati non aderenti alla convenzione internazionale di Berlino, l'interessato deve rivolgere istanza al Sindaco (Ufficiale di Stato Civile) del comune dove si trova la salma.

Per il rilascio del passaporto mortuario (verso Paesi NON aderenti alla convenzione di Berlino) occorre presentare la seguente documentazione:

- domanda di rilascio del passaporto - in bollo da € 16,00 - indirizzata al Sindaco del Comune di Città di Castello (Ufficio di Stato Civile) - sottoscritta dai familiari del defunto o da un incaricato dell'impresa funebre;

- n. 1 marca da bollo da apporre - da parte dell'Ufficiale di Stato Civile - sul passaporto mortuario;

- nulla osta, per l'introduzione, dell'Autorità Consolare dello Stato verso il quale la salma è diretta;

- certificato dell'unità sanitaria locale attestante che sono state osservate le disposizioni di cui all'art. 30 del D.P.R. 285/1990;

- estratto dell'atto di morte ed autorizzazione alla sepoltura (che vengono rilasciati dall'Ufficiale di Stato Civile stesso).

- altri eventuali documenti e dichiarazioni che il Ministero della sanità dovesse prescrivere in rapporto a situazioni determinate.

 

Il trasporto delle salme per lo Stato della Città del Vaticano è regolato dalle norme della convenzione 28 aprile 1938 tra la Santa Sede e l’Italia, approvata e resa esecutiva con Regio Decreto 16 giugno 1938, n. 1055.

Chi contattare

Personale da contattare: Salacchi Daniela, Mosci Roberto, Tanzi Stefania

Termine di conclusione

Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no
15 gg. dal ricevimento della richiesta

Costi per l'utenza

- N. 2 marche da bollo da € 16,00

- nessun altro costo.

Riferimenti normativi

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: n.d.
Facebook Twitter Linkedin
Recapiti e contatti
Piazza V. Gabriotti, 1 - 06012 Città di Castello (PG)
PEC comune.cittadicastello@postacert.umbria.it
Centralino +39 075 85291
P. IVA 00372420547
Linee guida di design per i servizi web della PA